Crowdfunding civico

Si chiude con numeri da record l'edizione 2005 del “Salone del libro per ragazzi” di Bra. Nei cinque giorni della manifestazione sono state superate abbondantemente le 20.000 presenze registrate l'anno passato, con arrivi dalla Liguria e dalla Lombardia oltre che da ogni angolo del Piemonte.
1500 i messaggi di pace affissi in un grande tazebao dai giovani che hanno visitato il “Salone”, molti di loro avendo la possibilità di conoscere il significato di quando è carente dalla viva voce dai giornalisti del quotidiano “La Stampa”, venuti al “Salone” per raccontare le loro esperienze di “inviati di guerra”. 200 i laboratori proposti durante la rassegna e buon giro d'affari per le librerie, che hanno messo in vendita 11.000 titoli tra i più rappresentativi dell'editoria italiana nel settore ragazzi, con 40 autori presenti che hanno incontrato 70 classi per confrontarsi sui propri testi letti in precedenza dai giovani partecipanti agli incontri. Tanti anche gli intervenuti all'iniziativa “Scuola e cooperazione” realizzata in collaborazione con Confcooperative, che ha coinvolto oltre 50 scuole della Provincia di Cuneo presenti al “Salone” braidese. Successo anche per iniziative collaterali alla loro prima edizione. Tra questi la “Notte dei musei” che ha visto in prima linea i due musei civici braidesi, il “Craveri” di storia naturale e il Palazzo Traversa per arte e storia, assieme alla Biblioteca civica. “Notte mediterranea. Pulcinella la storia e i sapori” è stata la seguitissima tappa di animazione realizzata presso lo stand della Biblioteca direttamente al “Salone”, in una serata che è proseguita nelle sale medioevali di Palazzo Traversa con la degustazione di piatti tipici dell'età romana preparati da Antonio Petti (chef della Mensa scolastica comunale di Bra), per finire al Museo Craveri con l'illustrazione delle diverse costellazioni. Molti hanno visitato lo stand di “Graficamente”, la mostra degli allievi del corso grafico-pubblicitario dell'Istituto “Velso Mucci” di Bra, giunta quest'anno alla sua decima edizione.

Giovanni Del Ponte e la coppia Camodeca-Frattaroli vincono il Premio Arpino

E' Giovanni Del Ponte il vincitore del “Premio Arpino” nella categoria dei libri per le scuole medie. Il suo “Gli invisibili e il castello di Doom Rock” (Sperling&Kupfer editori) ha avvinto per la sua trama la giuria composta interamente da studenti. “Della terna dei libri che abbiamo letto “Gli invisibili e il castello di Doom Rock” è quello che ci è piaciuto e ci ha attratto di più per il modo divertente ed avvincente con cui viene raccontata la storia” - ha motivato la giuria la scelta, aggiungendo: “Allo stesso tempo il racconto suscita paura e tiene con il fiato sospeso, accompagnando il lettore in crescendo di mistero e di segreti. Una nuova avventura mozzafiato per gli invisibili. Inoltre abbiamo apprezzato anche la copertina molto accattivante che ci ha invogliato a leggerlo”. Secondo classificato “Cuore di pepe” di Marina Rossi (I fiori di campo), mentre ha ottenuto una menzione speciale “Felice sera. Maestri in Aspromonte” (Jaka Book) di Irene Carastro Mosino.
Nella categoria dei libri per le scuole elementari, il “Premio Arpino” è stato assegnato a “Il giovane gigante” (Castalda), scritto a quattro mani da Silvia Camodeca e Roberta Frattaroli. Per la giuria “il libro racconta una storia dolce e delicata e rivela una sensibilità particolare nel trattare il tema del “diverso”. Si apprezzano la leggerezza dello scritto e la facilità di lettura. Molto belle le illustrazioni che hanno lo stile del dipinto”. Secondo classificata Maria Vago con “Sulle tracce dello Yeti” (Mondadori) e menzione speciale per “Odore di bombe, profumo di pioggia” (Patatrac) di Arianna Papini.

Bra in fumetto: dal “Salone” un concorso

Come tradizione, alcuni dei nomi più noti del fumetto “made in Italy” si sono dati appuntamento al “Salone del libro per ragazzi” di Bra, curando i laboratori dedicati alle “nuvole parlanti” ed ai cartoni animati. Ognuno degli intervenuti ha voluto lasciare un ricordo del proprio passaggio, contribuendo alla realizzazione di un grande cartellone che si è arricchito di firme e di personaggi. Molte delle loro tavole originali sono esposte sino al 29 maggio nella chiesa di San Rocco (via Cavour), in una mostra che rimarrà aperta dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18:30.
Il “Salone” di Bra ha però voluto proiettarsi già verso il futuro, lanciando il concorso “Bra in fumetto”. L'iniziativa vuole coinvolgere i fumettisti non professionisti italiani nel racconto di una storia che abbia la sua ambientazione nella città della Zizzola. Il regolamento sarà prossimamente disponibile sul sito web www.comune.bra.cn.it e avrà il suo momento finale nell'edizione 2006 del “Salone del libro per ragazzi”.

Ringraziamenti

E' un “Salone del libro per ragazzi” dai molti genitori, quello che si è concluso ieri, domenica 22 maggio 2005, a Bra. Oltre all'organizzazione, curata dalla Città di Bra, sono intervenuti nel finanziamento dell'iniziativa la Regione Piemonte, la Provincia di Cuneo e l'Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero. Partner dell'evento sono stati Gazzetta d’Alba, La Stampa, IPS “Velso Mucci” di Bra, le librerie braidesi, le scuole, i Comuni vicini ed in particolare il Comune di Cortemilia con il premio “Il Gigante delle Colline”.
L'organizzazione ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno realizzato i tanti laboratori, ed in modo particolare Giorgio Sommacal (che ha anche elaborato il manifesto del “Salone”), Piero Lusso e Silvio Arlenghi, prestigiosi esponenti della scuola fumettistica braidese, che hanno contribuito non poco al successo dell'iniziativa.