Avviso di accertamento di infrazione per sosta vietata (il preavviso di colore giallo che trovate sul parabrezza).

Il preavviso di accertamento di infrazione, seppur non espressamente previsto dalla vigente normativa, viene utilizzato per offrire al trasgressore l’opportunità di effettuare il pagamento della sola sanzione prima che sia gravata da ulteriori costi (spese di accertamento al P.R.A., spese di notifica ecc.).
Il pagamento può essere effettuato, entro 10 giorni dall’accertamento, nei seguenti modi:

  • direttamente presso lo sportello dell’Ufficio Verbali del Comando di Polizia Municipale (orario: 8.15 – 12.15 esclusi i festivi) mediante versamento in contanti o pagobancomat;
  • presso un qualsiasi ufficio postale mediante versamento sul c.c.p. n. 17249129 intestato a: Comune di Bra – Servizio Polizia Municipale, indicando nella causale del versamento il numero di targa del veicolo ed il numero del preavviso indicato in alto a destra.

Attenzione: al fine di evitare ulteriori disagi e oneri al trasgressore, per le infrazioni che comportano la decurtazioni di punti dalla patente di guida, è conveniente recarsi direttamente presso lo sportello dell’Ufficio Verbali dove verranno espletate tutte le formalità del caso.

 

Verbali di contestazione


Qualora non venga effettuato il pagamento nei termini di cui sopra, entro 150 gg. la violazione (verbale di contestazione) verrà notificata al proprietario del veicolo tramite raccomandata con l’aggravio delle spese di procedimento.

Quando, durante l’accertamento dell’infrazione il trasgressore è presente, l’agente procede direttamente alla contestazione e consegna una copia del verbale nelle mani dell’interessato.

In questi casi il pagamento deve avvenire entro 60 gg (attenzione: 60 giorni di calendario, non due mesi!).

Nel computo dei giorni si deve escludere il giorno in cui viene notificato il verbale o in cui viene accertata l’infrazione.

Il termine di 60 gg. è da considerarsi perentorio in quanto il 61° giorno la sanzione diventa titolo esecutivo e l’importo da versare diventa pari alla metà del massimo edittale previsto per la norma violata (solitamente il doppio della cifra indicata sul verbale).

In questo caso il pagamento può comunque essere effettuato fino al giorno in cui il verbale verrà iscritto a ruolo con la conseguente emissione della cartella esattoriale il cui importo sarà inoltre aumentato della maggiorazione del 10% per ogni semestre, a partire dal 61° giorno, come previsto per legge.

 

L’obbligato in solido

In materia di illeciti amministrativi vi sono soggetti che, pur non avendo partecipato alla commissione del fatto, sono ugualmente tenuti al pagamento della sanzione, qualora l’autore materiale dell’infrazione non vi provveda.

Tali soggetti sono chiamati “obbligati in solido”: l’esempio più comune è il proprietario del veicolo.

 

Come fare e a chi proporre ricorso

Avviso di accertamento di infrazione per sosta vietata: non è possibile proporre ricorso avverso questo documento, ma bisogna aspettare che l’avviso si trasformi in verbale di contestazione. E’ necessario quindi attendere la notifica per posta. Solamente dopo sarà possibile opporsi entro 60 gg. dalla data di tale notifica.


Verbali di contestazione: nel termine di 60 gg dalla notificazione o contestazione è possibile proporre ricorso al Prefetto di Cuneo in carta semplice nelle seguenti modalità:
  • presentandolo direttamente presso l’Ufficio Verbali
  • inviandolo a mezzo raccomandata AR all’Ufficio Verbali
  • inviandolo a mezzo raccomandata AR alla Prefettura di Cuneo.

Gli interessati possono allegare al ricorso qualsiasi prova a loro favore nonché chiedere di essere sentiti personalmente dall’Autorità competente.

Il Prefetto, valutato il caso, può emettere un’ordinanza di archiviazione se ritiene fondate le motivazioni del ricorso; in caso contrario emette un’ordinanza di pagamento per una somma pari alla metà del massimo edittale della sanzione.

Nello stesso termine di cui sopra è possibile proporre ricorso al Giudice di Pace di Bra; in questo caso lo scritto difensivo deve essere depositato direttamente presso la Cancelleria del Giudice di Bra.

Per effetto delle nuove modifiche apportate dalla finanziaria per il 2010 al Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di giustizia, gli atti del processo sono soggetti al pagamento del contributo unificato, nonché delle spese forfettarie secondo l’importo fissato all’articolo 30 del medesimo Testo Unico e precisamente:

Valore della causa
Fino a € 1.100 :  € 30,00   (Contributo unificato); € 8,00 (Spese forfetarie)
Sup. a € 1.100 e fino a € 5.200: € 70,00   (Contributo unificato); € 8,00 (Spese forfetarie)
Sup. a € 5.200 e fino a € 26.000: € 170,00   (Contributo unificato); € 8,00 (Spese forfetarie)
Sup. a € 26.000 e fino a € 52.000: € 340,00   (Contributo unificato); € 8,00 (Spese forfetarie)

Il contributo può essere pagato presso:
1. gli uffici postali utilizzando l’apposito bollettino di conto corrente postale;
2. le banche utilizzando il modello F23;
3. le tabaccherie e i concessionari della riscossione.

 

Altre violazioni

Per i verbali di contestazione relativi a violazioni di legge diverse dal Codice della strada occorre prestare attenzione alle modalità di pagamento e di opposizione indicate sul verbale stesso in quanto i proventi non sempre spettano al Comune di Bra.

 

Risposta alle domande più ricorrenti

Autovelox: Posso vedere la fotografia dell’accertamento?
E’ possibile prendere visione della documentazione fotografica recandosi presso lo sportello dell’Ufficio Verbali; tale documento rimarrà agli atti dell’Ufficio in questione fino alla definizione del verbale, dopo di che il trasgressore potrà entrarne in possesso.

Come posso sapere l’attuale situazione punti della mia patente?
E’ a disposizione il numero telefonico 848 782 782: per questa operazione è necessario avere sotto mano la patente di guida, in quanto una voce registrata vi chiederà di digitarne il numero.

Posso pagare a rate una sanzione?
Si. L’autorità amministrativa che ha applicato la sanzione pecuniaria può disporre, su richiesta dell’interessato che si trovi in condizioni economiche disagiate e certificate su apposito modulo, che la sanzione medesima venga pagata in rate mensili.
Si ricorda che per quanto riguarda il Codice della Strada, ai sensi della Delibera della Giunta Comunale n° 217 del 17/05/2002 è possibile rateizzare le violazioni il cui importo sia superiore a 258,00 Euro.
Per ottenere questa agevolazione l’interessato deve recarsi presso lo sportello dell’Ufficio Verbali dove gli verrà rilasciato un modulo da compilare.

Come faccio a pagare un verbale che non trovo più?
Basta recarsi o telefonare allo sportello dell’Ufficio Verbali comunicando il numero di targa del veicolo.

Cosa devo fare se ricevo la notifica di un verbale relativo ad un veicolo che non è più di mia proprietà?
In questo caso è necessario far pervenire all’Ufficio Verbali, entro 15 giorni dal ricevimento del verbale, copia dell’atto di vendita (quello che si firma davanti al notaio) o qualsiasi altra documentazione dove risulti il nominativo del nuovo proprietario.