La Biblioteca Civica, nata per promuove il libro e la lettura, garantisce a tutti i residenti accesso gratuito ed offre servizi d'informazioni bibliografiche, prestito locale ed interbibliotecario, riproduzioni e fotocopie. Sono inoltre disponibili 2 postazioni per l'accesso libero e gratuito ad Internet: l'uso (subordinato all'esibizione di un documento valido d'identità) è finalizzato a ragioni di studio, d'informazione e comunicazione. Possibile anche l'accesso al servizio WiFi tramite proprio p.c.

 

La Biblioteca è collegata al sistema regionale delle biblioteche piemontesi (Polo SBN -Servizio Bibliotecario Nazionale): dal sito Librinlinea è possibile interrogare il catalogo sui documenti catalogati (libri, periodici, manoscritti, spogli). Effettua prestito decentrato presso bar e parrucchieri ed una casa di cura privata.

 

sala lettura

 

Fondata nel 1890 e poi ricostituita nel 1953, presenta un ricco catalogo di più di 50.000 volumi, circa 70 periodici in abbonamento o ricevuti gratuitamente, oltre 1.000 fotografie ( in gran parte d'interesse locale) e 140 diapositive (riproduzione del catasto di fine Settecento). Pur avendo carattere d'istituto di cultura generale, non mancano sezioni speciali tra cui quella di storia locale ed una interamente dedicata ai ragazzi.

La Sezione Ragazzi della Biblioteca Civica, ad uso esclusivo dei bambini e degli adolescenti, ubicata al pian terreno, contiene circa 12.000 volumi, divisi per genere e fasce d'età. E' suddivisa in tre sale di cui una riservata ai piccolissimi ed al progetto Nati Per Leggere. Nell'ambito di questo progetto, promosso dalla Regione Piemonte e finanziato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bra, si organizzano tutti i lunedì laboratori di lettura per bambini fascia 3-6 anni. Partecipa all'organizzazione del "Salone del libro per ragazzi", appuntamento che si tiene ogni anno in primavera.
Importante il prestito decentrato alle scuole con la consegna nelle vari scuole plessi braidesi di oltre 7.500 volumi annui.

 

La Biblioteca civica segue inoltre la gestione del Museo del giocattolo, collezione di oltre mille balocchi d'epoca esposta al secondo piano dell'edificio che ospita la Biblioteca stessa.

 

La collezione di periodici locali dal 1870 al 1930 ed alcuni fondi bibliografici di particolare pregio offrono un ricco spaccato dell'evoluzione sociale e culturale della realtà braidese. Tra questi ultimi segnaliamo i fondi Giuseppe Tornatore, Antonio e Agostino Mathis, Eugenio Mortara (matematica), Euclide Milano (manoscritti), Francesco Ravera (araldica: composto da oltre 2000 fogli sciolti autografi con molte riproduzione a colori di stemmi e simboli araldici). Inoltre quella di Catterina e Tommaso Arpino (prime edizioni e pubblicazioni in lingua straniera delle opere di Giovanni Arpino) e di Edoardo Mosca (oltre 450 volumi su storia militare, uniformologia e collezionismo). Presso la Biblioteca è inoltre depositato dal 2013 l'Archivio storico dell'Ospedale S. Spirito di Bra recentemente inventariato e catalogato.

 

Volume 

La riproduzione integrale e digitalizzata del volume edito per ricordare i caduti braidesi della Prima guerra mondiale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Biblioteca Civica ha aderito al progetto, promosso dalla Biblioteca Civica di Fossano, di digitalizzazione delle annate storiche dei principali periodici cuneesi. In particolare, per la realtà braidese, tra i periodici disponibili, è presente la storica testata "L'Eco della Zizzola" (annate dal 1885 al 1926 e dal 1946 al 1956). Per la consultazione è possibile collegarsi al sito www.periodicicuneesi.it.

 

La Biblioteca è abbonata ai quotidiani "La Stampa" (di cui conserva le pagine nazionali e locali dal 2006), "La Repubblica" (conserva le pagine nazionali e locali dal gennaio 1991), "Il Sole 24 Ore" il "Corriere della Sera" ed il "Giornale" (di questi si conserva solo l'ultimo anno).

 

La Biblioteca Civica di Bra partecipa dal 1985 al Censimento nazionale delle edizioni italiane del XVI° secolo (possiede 87 edizioni del '500 ), all'Archivio collettivo nazionale delle pubblicazioni periodiche ed al Catalogo dei periodici delle biblioteche piemontesi ed è collegata al sistema regionale delle biblioteche piemontesi (Polo Servizio Bibliotecario Nazionale–SBN): dal sito Librinlinea è possibile interrogare il catalogo delle biblioteche.sui documenti (libri, periodici, manoscritti, spogli) pervenuti dalla data della loro adesione a SBN.

 

La Biblioteca custodisce un prezioso fondo fotografico, composto da quasi 500 immagini che raccontano l'evoluzione della città a partire dall'inizio del Novecento.

 

 

Archivio Biblioteca civica di Bra