Sono aperte le prenotazioni per partecipare alla Marcia per la Pace Perugia Assisi del 7 ottobre prossimo, in un viaggio promosso dalla Scuola di Pace “Tony Lucci” di Bra.

Il programma prevede la partenza sabato 6 ottobre 2018 alle ore 22 da piazza Caduti di Nassiriya, accanto alla stazione FS, con arrivo a Perugia nella prima mattinata di domenica 7 ottobre, per l'inizio della marcia verso Assisi. La partenza per il ritorno a Bra sarà nel pomeriggio, al termine della camminata, con arrivo previsto intorno alle 24 di domenica 7.

Il costo del viaggio è di 45 euro a partecipante (pasti esclusi) da versarsi sull’IBAN IT 22 D 0609546040000010136486 Intestato all’Associazione interculturale Mosaico. È possibile prenotare entro il 20 settembre on line (link diretto: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdw9HoEBaCZd1X8L1wu9WHMWBhFWW2qJ-edVfUFaq8GChYt_w/viewform?usp=sf ) oppure all’Ufficio Informagiovani di Bra, nelle sale di Palazzo Mathis, in piazza Caduti per la libertà 20.

L’evento si svolgerà al raggiungimento di un numero minimo di 35 partecipanti, sino ad esaurimento posti (54). In caso di mancato raggiungimento, le quote versate saranno restituite.

Per informazioni è possibile contattare l’organizzazione al numero 0172.438241 (ufficio Informagiovani) o all’indirizzo mail scuoladipacedibra@gmail.com. (em)

Info: Città di Bra – Ufficio Informagiovani

Tel. 0172.438241 – scuoladipacedibra@gmail.com

In evidenza

  • Le ultime notizie

    Linea diretta con il Palazzo comunale.  

  • Elezioni Trasparenti - 26 maggio 2019

    Domenica 26 maggio 2019 sono in programma le elezioni Europee, Regionali e Comunali. Tutti i documenti relativi alla scadenza elettorale sono pubblicati nell'apposita sezione del sito web. Sul portale Elezioni Trasparenti sono inoltre pubblicati i curricula e i certificati penali dei candidati delle liste, ai sensi dell'art 1 c.15 Legge del 9 gennaio 2019, n. 3. L'Ufficio Elettorale del Comune di Bra è a disposizione per informazioni, chiarimenti e rinnovi della tessera elettorale dal lunedì al venerdì in orario 8.30-12.45 e il giovedì anche dalle 15 alle 16. Sono inoltre previste aperture straordinarie connesse alle consultazioni, con dettaglio nella sezione dedicata.

  • Info rifiuti: i contatti dell'Ecosportello

      Si ricorda che per tutte le informazioni inerenti i rifiuti e il servizio di igiene urbana e per la consegna dei kit per la differenziata, è attivo l'Ecosportello. L'ufficio, con accesso da piazza Caduti per la Libertà oppure dal cortile di Palazzo Garrone, è aperto tutte le mattine dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30, oltre ai pomeriggi del martedì (13.30 – 17) e del giovedì (15 – 18.30). L’Ecosportello è raggiungibile telefonicamente al numero 0172.201054 o, via mail, all’indirizzo: ecosportello@strweb.biz.

  • Servizi Socio Assistenziali

    E' stata formalizzata la gestione associata in convenzione dei servizi socio-assistenziali tra i Comuni di Bra (ente capofila), Ceresole d’Alba, Cherasco, La Morra, Narzole, Pocapaglia, Sanfrè, Santa Vittoria d’Alba, Sommariva del Bosco, Sommariva Perno e Verduno. In questa sezione del sito web tutti i riferimenti relativi alle aree di intervento, alle sedi territoriali e ai contatti. 

  • BDAP - Banca Dati Amministrazioni Pubbliche: link parte lavori

     E' possibile accedere alle informazioni che il nostro Comune ha inviato alla BDAP (Banca Dati delle Amministrazioni Pubbliche del Ministero dell’Economia e delle Finanze) ai sensi del dlgs 229/2011 e secondo le modalità previste dal DM 26/02/2013.  Di seguito il link del Comune di Bra per accedere allla BDAP: Comune di Bra/BDAP .      

  • ZTL centro storico: i moduli per l'accesso

    Stanno per partire i controlli mediante telecamere dei varchi di accesso alla Ztl del centro storico. Residenti, titolari di posti auto, lavoratori ed altri soggetti che secondo la relativa ordinanza possono accedere all'rea, dovranno comunicare al comando di Polizia municipale i dati dei propri veicoli. I moduli per richiedere l'accesso.

  • Obbligo di pulizia di fossi e strade private

    Un'ordinanza comunale impone la pulizia di fossi e strade private ai proprietari di edifici e terreni prospicenti strade comunali o vicinali. Il motivo: impedire il ristagno di acqua sulla strada e il regolare deflusso. La sanzione può arrivare fino a 500 euro. La notizia.