Nato a Bra l'8 novembre 1704, compì la sua formazione artistica a Bologna, dove si dice ebbe modo di apprendere la lezione artistica dei Carracci. La sua produzione artistica si diffonde però soprattutto in ambito piemontese, con lavori nel cuneese, nel torinese e nel vercellese. Nella sua città l'Operti decora l'interno della chiesa di Santa Chiara, oltre alle quattro sale del Palazzo Valfré di Bonzo ed ai lavori commissionatigli in Santa Maria degli Angeli. 

Esegue tre tele per il santuario della Madonna dei Fiori, oltre alle quattordici tele raffiguranti la via Crucis nella chiesa della Santissima Trinità (meglio nota in città come la chiesa dei Battuti Bianchi). Nella stessa chiesa sono presenti anche i luminosi affreschi della cappella del Cristo Risorto. Suoi affreschi si trovano a Chieri, Sommariva del Bosco e Trino Vercellese. Assieme al quadraturista Barelli realizzò gli affreschi raffiguranti soggetti mitologici di Palazzo Fracassi a Cherasco. Morì a Bra il 7 aprile 1793.