Crowdfunding civico

Notizie Home

Una “guida” molto speciale accompagnerà bambini (e adulti) alla scoperta del museo del giocattolo il giorno dell'Epifania. Sabato 6 gennaio 2018, la struttura di via Guala, 45 accoglierà la Befana in persona che porterà i visitatori alla scoperta della collezione di giochi e balocchi tra aneddoti e curiosità.

 

“Un corretto e coraggioso equilibrio fra le potenzialità dello strumento finanziario e le necessità di una comunità cittadina”: queste, in sintesi, le caratteristiche del bilancio di previsione 2018-2020 approvato ieri sera (giovedì 22 dicembre 2017) dal Consiglio comunale di Bra e illustrato dall’assessore alle Finanze Gianni Fogliato nell’ambito dell’assemblea presieduta da Biagio Conterno. Un bilancio che “vede la centralità del Documento unico di programmazione (DUP), guida strategica e operativa nella quale sono declinati tutti i futuri obiettivi strategici”. Una manovra finanziaria “attraverso la quale l’Ente si pone come interlocutore serio e affidabile nei confronti delle varie componenti della società, per un’azione di squadra finalizzata a un bene comune che rispetti il futuro”.

Allegati:
Scarica questo file (PRESENTAZIONE BILANCIO 2018.pdf)PRESENTAZIONE BILANCIO 2018.pdf[Il bilancio previsionale 2018 in pillole]143 kB

Dopo una serie di indagini ed accertamenti, gli agenti dell'ufficio di Polizia Giudiziaria della Municipale braidese sono riusciti a rintracciare un telefono cellulare Huawei sottratto nel mese di settembre 2017 ad un cittadino braidese. L'uomo si era rivolto al Comando di via Moffa di Lisio a seguito del furto del suo smartphone, avvenuto in una piazza del centro durante il tradizionale mercato settimanale. Dopo aver raccolto la denuncia di furto, gli agenti braidesi, previo decreto dell'Autorità Giudiziaria, hanno provveduto ad acquisire i tabulati di traffico telefonico, individuando così l'utilizzatore del cellulare, un minorenne di Orbassano. Con la collaborazione dei colleghi della Polizia Municipale di Orbassano, gli agenti braidesi hanno provveduto a recuperare il telefono, ora sotto sequestro in attesa delle disposizioni della Magistratura. Il minorenne di Orbassano è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica per i minori di Torino per il reato di ricettazione. Nel corso delle indagini è emerso che il cellulare era stato acquistato dal padre in un mercatino di Torino, fatto che è costato al genitore il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica per concorso nella ricettazione. (Polizia municipale Bra)

 

 


Info: Città di Bra – Polizia Municipale
tel. 0172.413744 – poliziamunicipale@comune.bra.cn.it

 

Bra scommette sull'innovazione sociale per sostenere lo sviluppo del territorio e contribuire a realizzare una città inclusiva, coesa e partecipe in interventi di solidarietà a favore della comunità. Nell’ambito di un articolato percorso di promozione della cultura del welfare locale, prende il via “Ben-fare e ben-essere di una comunità”, la prima iniziativa locale di finanziamento on line condiviso – il cosiddetto crowdfunding – per la realizzazione di progetti e idee innovativi e ad alto impatto sociale.

Da oggi, collegandosi al portale crowdfunding.comune.bra.cn.it – raggiungibile anche dalla home page del sito istituzionale dell’Amministrazione comunale www.comune.bra.cn.it – sarà possibile partecipare, in forma anonima e con l’importo preferito, alla realizzazione di interventi di politica sociale a favore di concittadini che vivono situazioni di difficoltà e disagio.

I progetti

Tre i progetti da cofinanziare individuati, scelti a seguito di confronto tra il Comune di Bra, la Caritas e la Consulta del Volontariato, tutti rispecchianti le principali fragilità che in questo momento emergono dal nostro territorio. Progetti in cui gli enti promotori credono fortemente e per i quali hanno già stanziato una copertura finanziaria e che ora, con l’aiuto di tutti, possono crescere, diventare virtuoso motore di cambiamento e creare un reale beneficio per tutta la collettività.

  • Dona una spesa

“Dona una spesa” è l’iniziativa dell’Emporio Sociale della Cittadella della Solidarietà promossa dalla Caritas di Bra, in collaborazione con il Banco Alimentare e il contributo del Comune di Bra e della Caritas Diocesana di Torino. L’obiettivo della campagna è quello di allargare il numero di famiglie che possono accedere al “Market Sociale” superando la quota delle attuali 1.400 spese annue che vengono già distribuite grazie al contributo degli enti promotori e al fine di raggiungere, nel 2018, 1.800 spese. Ogni famiglia può accedere al servizio due volte al mese per scegliere alimentari a lunga conservazione e prodotti base per l’igiene personale e per la casa. “Vogliamo dare concretezza alla solidarietà, fornendo un aiuto alimentare alle famiglie del territorio che vivono situazioni di difficoltà – spiegano i promotori -. Anche un piccolo aiuto è fondamentale: con soli 20 euro si può contribuire a garantire una spesa completa di viveri di prima necessità a un intero nucleo familiare”.

L’obiettivo che ci si prefigge di raggiungere per incrementare il numero di spese distribuite è pari a 36mila euro, di cui 28mila sono già stati messi a disposizione dai soggetti promotori. Fine campagna: giugno 2018.

  • Quartieri in movimento

“Quartieri in movimento” è l'iniziativa promossa e realizzata dal Comune di Bra, dai Comitati di Quartiere Bescurone ed Oltreferrovia, dalla Parrocchia di S.Andrea, dalle Cooperative Sociali Abracadabra e Lunetica e dagli Istituti Comprensivi Bra 1 e Bra 2. Il progetto intende rivitalizzare e animare l’area verde di Via Piumati e piazza Fenoglio, promuovendo il protagonismo dei cittadini residenti. Il ricavato della campagna verrà utilizzato per migliorare e abbellire l’allestimento delle aree verdi, sostenere gli interventi di educatori e animatori nell’organizzazione di momenti di incontro rivolti ai residenti dei Quartieri e attivare interventi di riqualificazione delle strutture dei giochi presenti. “I principali destinatari del progetto – spiegano i promotori – sono i bambini e gli anziani: sono loro che prima di tutti hanno bisogno di un luogo sicuro e ben curato per vivere la propria infanzia e il proprio tempo all'insegna del gioco e della socializzazione. Sostenere l’iniziativa significa contribuire all’opportunità di vivere da vicino il proprio quartiere, riappropriandosi dei propri spazi”. 

L’obiettivo di fine campagna è di 12mila euro, di cui 8mila sono già stati messi a disposizione dai soggetti promotori. Termine: maggio 2018.

  • Orto Sociale

Il progetto “Orto biologico sociale” è stato approvato e promosso dalla Consulta Comunale del Volontariato della Città di Bra e viene realizzato con il contributo del Comune di Bra, della Associazione PiediXTerra di Bra e della Caritas di Bra. Il disagio si combatte anche fornendo alle famiglie in difficoltà strumenti che permettano di mettersi in gioco. “Come un orto biologico di cui prendersi cura, per imparare a coltivare frutti e ortaggi da portare a tavola e aumentare il Ben-essere” spiegano i promotori. Ogni orto sarà avviato su una superficie di 70 mq su terreni convertiti alla coltivazione biologica. “Da superfici di questo tipo – aggiungono –, se condotte in modo biologico adeguato, può trarne giovamento una famiglia di 4 persone ricavandone verdura buona, sana e nutriente per almeno sei mesi”. L’obiettivo della campagna è quello di raggiungere per il 2018 il numero di 18 orti, da assegnare a persone o nuclei familiari in situazioni di particolare disagio economico. Ogni 500 euro raccolti grazie alla campagna si potrà infatti avviare un ulteriore orto rispetto ai 10 che verranno già attivati con i fondi messi a disposizione dai soggetti promotori, offrendo a famiglie in difficoltà l’opportunità di usufruire di un lotto di terreno già preparato e concimato, con disponibilità di attrezzatura manuale per la conduzione; accesso comodo all’acqua per l’irrigazione; piantini, sementi e prodotti di cura ammessi nel biologico; una prima formazione di base e l’accompagnamento tecnico per l’intero periodo.

Il goal della campagna è di 20mila euro, di cui 15mila già stanziati dai promotori. Fine campagna: giugno 2018.

Come donare

Partecipare ai progetti di solidarietà a favore della comunità e del territorio è semplice: basta collegarsi alla piattaforma crowdfunding.comune.bra.cn.it (raggiungibile anche dalla home page del sito istituzionale dell’Amministrazione comunale www.comune.bra.cn.it), selezionare uno dei tre progetti presentati e cliccare su ‘dona ora’ oppure su ‘’scegli il tuo contributo’. E’ possibile effettuare la donazione tramite carta di credito (Visa, Mastercard o American Express) o bonifico bancario, senza commissioni a carico dell’utente. Nelle prossime settimane sarà possibile sostenere i tre progetti anche in forma tradizionale in varie aree della città.

La collaborazione degli istituti superiori cittadini

Il progetto di crowdfunding civico del Comune di Bra si avvarrà, nei prossimi mesi, di partner d’eccezione: saranno infatti gli studenti delle scuole superiori cittadine a curare la campagna di comunicazione verso la cittadinanza, in un percorso – anche in questo caso partecipato - che affiancherà la formazione allo studio di elaborati, attività di storytelling e report.

Crediti e informazioni

La piattaforma di crowdfunding civico “Ben-fare e ben-essere di una comunità” è un progetto di Comune di Bra in collaborazione con i Comitati di quartiere, l'associazionismo organizzato e il terzo settore. Per maggiori informazioni consultare il portale www.crowdfunding.comune.bra.cn.it oppure scrivere all’indirizzo e-mail crowdfunding@comune.bra.cn.it.


Info: Città di Bra – Servizi alla Persona

tel. 0172.438234 – crowdfunding@comune.bra.cn.it

Diritto allo studio: c'è tempo fino al 15 gennaio 2018 per presentare on line le domande per gli assegni di studio e i contributi per l'acquisto di libri di testo rivolti agli studenti, come da bando della Regione Piemonte.