Omaggio a Gina Lagorio, gli appuntamenti per il centenario

Pubblicato il 23 maggio 2022 • Cultura

Sono passati cento anni da quel 6 gennaio del 1922, quando al civico 12 di via Cavour, sotto la Zizzola, nacque Luigina Bernocco, poi Gina Lagorio, cittadina onoraria di Bra. Per celebrare il centenario dalla nascita della scrittrice, saggista e parlamentare, sono in programma diverse iniziative nei prossimi mesi.

Si parte con un momento dedicato nell’ambito del Salone del libro per ragazzi al via mercoledì 25 maggio sotto la Zizzola: dopo l’inaugurazione delle 10.30, ai Giardini del Belvedere è in programma la lettura del racconto “La storia di Franco e Lavé”. Sabato 12 giugno, a cura della studiosa Cetta Berardo e con la collaborazione della compagnia Arte Danza, omaggio artistico a Gina Lagorio dal titolo (che è anche una citazione) “Bra o della felicità”. Ingresso libero, dalle 17,30, a Palazzo Mathis.

Il cartellone di appuntamenti proseguirà in autunno, con una passeggiata letteraria, un incontro sul tema “Le parole al femminile”, un evento per gli studenti delle scuole superiori e lo spettacolo teatrale tratto da “La memoria perduta”.

Luigina Bernocco (Bra 1922 – Milano 2005) è nota a tutti come Gina Lagorio, con il diminutivo del nome di battesimo e il cognome del primo marito, il partigiano Emilio Lagorio, sposato a Savona nel 1945 e prematuramente scomparso. In Liguria e a Milano, dove nel 1982 sposò in seconde nozze l’editore Livio Garzanti, Gina Lagorio trascorse gran parte della sua vita di intellettuale, autrice e curatrice presso la casa editoriale “di famiglia” Garzanti.

Nel 1987 fu eletta in Parlamento entrando a far parte del gruppo degli indipendenti di sinistra e battendosi per i diritti delle donne e per la pace. Vincitrice del Premio Selezione Campiello nel 1977 per “La spiaggia del lupo” (a cui seguirono numerosi altri riconoscimenti letterari) è stata insignita dell’Ambrogino d’oro nel 2003, due anni prima della sua morte. E’ cittadina onoraria di Bra, sua città natale, e della vicina Cherasco, città dei nonni materni dove trascorse periodi di villeggiatura e dove ha ambientato il romanzo storico “Tra le mura stellate”.

“Bra con un calendario ricco ed eterogeneo di iniziative onora la memoria di Gina Lagorio che, nata nella centrale via Cavour esattamente un secolo fa, ha eternato la sua città natale e il territorio con opere che sono entrate a pieno titolo nella storia della letteratura italiana della seconda metà del Novecento” commentano il sindaco Gianni Fogliato e il delegato alla Cultura Fabio Bailo.

Il programma di appuntamenti che punteggiano tutto il 2022, organizzato dal Comune di Bra e curato da Cetta Berardo, sarà occasione anche di “rileggere” e riscoprire le opere di Gina Lagorio attraverso alcuni fil rouge tematici come quelli del cibo e del vino, l’essere donna, il rapporto con il territorio. Per maggiori informazioni e aggiornamenti è possibile visitare il sito www.turismoinbra.it.

Info: Città di Bra –  Ufficio Cultura e turismo
tel. 0172.430185 – turismo@comune.bra.cn.it