La Giunta Comunale di Bra ha consegnato questa mattina, giovedì 7 aprile 2005, una targa a don Antonio Gianolio che da domenica scorsa, dopo un ministero sacerdotale durato oltre un cinquantennio, sta usufruendo di un meritato periodo di riposo, dopo essere stato Parroco della chiesa della frazione Bandito.
A nome dell'Amministrazione comunale, il Sindaco Camillo Scimone ha voluto consegnare un tangibile riconoscimento per aver ricoperto per diverso tempo e, precisamente, fin dal 4 ottobre 1992, il ruolo di coordinatore nelle tante attività della comunità di Bandito, nella gestione dell'oratorio, nella collaborazione con le associazioni, i gruppi e i movimenti che operano nella Parrocchia, nella partecipazione alle iniziative cittadine, istituzionali o private. Il primo cittadino Camillo Scimone ha espresso particolare apprezzamento per le attività del religioso, sottolineando che: “La città di Bra riconosce oggi una particolare benemerenza a questo sacerdote che è stato un valente professore, ricco di doti intellettuali non comuni, ma che nello stesso tempo ha saputo essere un pastore di anime, di grande sensibilità ed umanità ”.
Don Antonio Gianolio ha ringraziato l'Amministrazione civica, aggiungendo: “Continuerò a risiedere qui vicino, a Sanfrè, pertanto non mi mancherà l’occasione di rivederci, di mantenere sempre vivo il dialogo che da tanti anni coltivo con i braidesi”. (va)