Una “galleria” di incontri con i grandi maestri contemporanei della fotografia in un itinerario tra parole e immagini. Inaugura a Palazzo Mathis sabato 8 giugno alle 17 a Bra la mostra di Aldo Galliano “I miei viaggi, i miei incontri” frutto di un percorso che impegna da alcuni anni l’artista cuneese e che risulta in una serie di ritratti. Il filo conduttore è la sedia, arredo e “momento” che caratterizza lo scatto e il dialogo con il fotografo. Tra gli “incontri” di Galliano, quelli con Maurizio Galimberti, Michlengelo Pistoletto, Mimmo Jodice, Gianni Berengo Gardin, Giovanni Gastel, Ferdinando Scianna, Uliano Lucas, Letizia Battaglia, Lisetta Carmi e altri ancora.

Aldo Galliano, originario di Cuneo, ha aperto nel 1965 il suo laboratorio/atelier a Costigliole Saluzzo, dove da autodidatta sperimenta materiali vari per le sue produzioni artistiche.
Da oltre vent’anni l’arte fa parte della sua vita ed in particolare, da qualche anno, è ritornato al suo grande amore, la fotografia, divenuta ormai la sua principale forma espressiva.
Alcuni anni fa, in occasione della sua prima mostra fotografica “Immagini trovate”, Galliano spiegava: “Amo fotografare tutto ciò che la società non prende in considerazione, senza un’idea precisa di cosa voglio ottenere dallo scatto, dunque senza sapere cosa cerco. Alla fine sono solo modi per interpretare me stesso.” La mostra fotografica sarà visitabile fino al 30 giugno dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 18, sabato e domenica dalle 9 alle 12,30. Maggiori informazioni su www.turismoinbra.it, via mail turismo@comune.bra.cn.it allo 0172 130185. 

Info: Città di Bra – Ufficio cultura, turismo e manifestazioni
tel. 0172.430185 – turismo@comune.bra.cn.it