Dopo ottimi riscontri fin dalle prime settimane di avvio delle nuove modalità di raccolta, iniziate lo scorso mese di febbraio, prosegue a Bra il positivo trend dei dati sulla produzione e la differenziazione dei rifiuti. A conclusione del primo quadrimestre di attivazione della raccolta dei rifiuti indifferenziati a “sacco conforme”, i cittadini braidesi sono sicuramente promossi visto che la quantità di rifiuti differenziati ha superato quota 90 per cento. 

Dato che tiene conto dei numeri provenienti dai due ecocentri cittadini di corso Monviso e Pollenzo. Rispetto ai positivi risultati dello scorso anno (già oltre il 70%), la raccolta differenziata è cresciuta di circa 20 punti percentuali.
Dai dati provenienti dal consorzio di bacino Coabser, per quanto riguarda le singole raccolte notevole il balzo in avanti dei quantitativi dei materiali in plastica, schizzati dalle 62 tonnellate smaltite a gennaio alle 98 di maggio, così come la raccolta dell’organico ha fatto registrare un notevole incremento dalle 156 tonnellate del primo mese del 2019 alle 211 pesate a maggio. Sostanzialmente invariati, invece, i dati relativi alla produzione di carta e vetro.
In queste settimane saranno poi completate le consegne dei contenitori per la raccolta del verde, quasi raddoppiati rispetto al precedente appalto.
Positivo il dato relativo alla riduzione delle quantità dei rifiuti indifferenziati, che si sono ridotti di oltre il 60%, passando dalle 366 tonnellate di gennaio alle 149 di maggio 2019 (nel maggio 2018, la raccolta dei rifiuti indifferenziati aveva toccato quota 460.230 chilogrammi), consentendo a Bra di raggiungere livelli di eccellenza per produzione pro capite: 68 Kg/abitante/anno nei primi quattro mesi e soltanto 60 Kg/abitante/anno nel mese di maggio 2019 (nel 2018 la produzione procapite è stata di 176 Kg/abitante/anno)
Raggiunto e superato per il momento l’obiettivo prefissato con la modalità di raccolta partita il 4 di febbraio con il “sacco conforme”. Il monitoraggio dei dati delle raccolte proseguirà costantemente nei prossimi mesi, nella prospettiva di garantire il raggiungimento degli obiettivi annuali stabiliti dalla Regione Piemonte, dal Co.A.B.Se.R. e dal Comune di Bra.
Per tutte le informazioni sulle attività di raccolta rifiuti a Bra è disponibile l’Ecosportello comunale di piazza Caduti per la libertà, gestito dalla STR – Società trattamento rifiuti srl, raggiungibile telefonicamente al numero 0172.201054 o, via posta all’indirizzo ecosportello@strweb.biz, negli orari di apertura dal lunedì al sabato dalle 8:30 alle 12:30 e nei pomeriggi di martedì (13:30 – 17) e giovedì (15 – 18:30).

In evidenza

  • Graduatoria asilo nido

    Sono pubblicate nella sezione Asilo Nido le graduatorie degli ammessi per l'anno educativo 2019/2020. La graduatoria è consultabile QUI

  • Le ultime notizie

    Linea diretta con il Palazzo comunale.  

  • Variazioni orari sportelli e servizi in estate

    Anche quest’anno, durante l’estate, alcuni sportelli e servizi chiudono o riducono l'orario.  A partire da sabato 27 luglio è chiuso al sabato mattna lo Sportello Servzi scolastici, prestazioni agevolate e Isee. L'apertura del sabato mattina (9-12) presso i Servizi demografici (via Barbacana, 5), riprende il 7 settembre. Lo sportello Consumatori attivo presso la “Casa delle associazioni” di piazza Valfrè sospende l’attività dal 29 luglio fino al 24 agosto. Lo sportello sarà nuovamente operativo dal 31 agosto, ogni sabato, dalle 9 alle 12. Stop estivo anche all’attività dello sportello braidese dell’Agenzia delle entrate ospitato al piano terreno del palazzo comunale che sarà chiuso al pubblico dal 29 luglio al 30 agosto.  Per tutto il mese di agosto non saranno prenotabili inoltre le sale del centro polifunzionale “Arpino”. L’ufficio Informagiovani resterà chiuso dal 12 al 23 agosto. La biblioteca civica sospende il servizio venerdì 16 e lunedì 19. L’ufficio manifestazioni è chiuso il 15. Lo Sportello Affissioni, Pubblicità e Tosap gestito dalla società Fraternità sistemi onlus situato in piazza Caduti per la libertà 18 sarà invece chiuso al pubblico dal 12 al 16 agosto. Le telefonate verranno dirottate sul numero della sede della società. Dal 5 agosto al 26 è chiuso al pubblico anche lo sportello Inps ospitato, il lunedì e giovedì, al piano terreno del Palazzo Municipale. Il servizio riprenderà regolarmente il 29 agosto.

  • Info rifiuti: i contatti dell'Ecosportello

      Si ricorda che per tutte le informazioni inerenti i rifiuti e il servizio di igiene urbana e per la consegna dei kit per la differenziata, è attivo l'Ecosportello. L'ufficio, con accesso da piazza Caduti per la Libertà oppure dal cortile di Palazzo Garrone, è aperto tutte le mattine dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30, oltre ai pomeriggi del martedì (13.30 – 17) e del giovedì (15 – 18.30). L’Ecosportello è raggiungibile telefonicamente al numero 0172.201054 o, via mail, all’indirizzo: ecosportello@strweb.biz.

  • Servizi Socio Assistenziali

    E' stata formalizzata la gestione associata in convenzione dei servizi socio-assistenziali tra i Comuni di Bra (ente capofila), Ceresole d’Alba, Cherasco, La Morra, Narzole, Pocapaglia, Sanfrè, Santa Vittoria d’Alba, Sommariva del Bosco, Sommariva Perno e Verduno. In questa sezione del sito web tutti i riferimenti relativi alle aree di intervento, alle sedi territoriali e ai contatti. 

  • BDAP - Banca Dati Amministrazioni Pubbliche: link parte lavori

     E' possibile accedere alle informazioni che il nostro Comune ha inviato alla BDAP (Banca Dati delle Amministrazioni Pubbliche del Ministero dell’Economia e delle Finanze) ai sensi del dlgs 229/2011 e secondo le modalità previste dal DM 26/02/2013.  Di seguito il link del Comune di Bra per accedere allla BDAP: Comune di Bra/BDAP .      

  • ZTL centro storico: i moduli per l'accesso

    Stanno per partire i controlli mediante telecamere dei varchi di accesso alla Ztl del centro storico. Residenti, titolari di posti auto, lavoratori ed altri soggetti che secondo la relativa ordinanza possono accedere all'rea, dovranno comunicare al comando di Polizia municipale i dati dei propri veicoli. I moduli per richiedere l'accesso.

  • Obbligo di pulizia di fossi e strade private

    Un'ordinanza comunale impone la pulizia di fossi e strade private ai proprietari di edifici e terreni prospicenti strade comunali o vicinali. Il motivo: impedire il ristagno di acqua sulla strada e il regolare deflusso. La sanzione può arrivare fino a 500 euro. La notizia.