Presidio e controllo del territorio 365 giorni l’anno, con quasi 1300 posti di controllo effettuati, 899 servizi di pattugliamento in centro città a piedi o in bici, 264 servizi di vigilanza in aree verdi e giardini e ben 164 mila chilometri percorsi. E, ancora, un’intensa attività di Polizia giudiziaria, controlli ambientali, interventi legati all’infortunistica stradale e alla verifica del rispetto del Codice della Strada, notificazioni, vigilanza edilizia e sul commercio, educazione stradale. E’ stato un anno di grande operatività quello appena conclusosi per la Polizia Municipale di Bra, che ieri sera – nel corso della tradizionale conferenza stampa in occasione delle celebrazioni di San Sebastiano - ha presentato i dati relativi all’attività svolta a servizio della città nel corso del 2019.



Ringraziamo gli uomini e le donne della Polizia Municipale per la professionalità, l’impegno e la dedizione con cui svolgono il loro ruolo, offrendo un costante presidio di qualità e prossimità per i cittadini, garantendo la sicurezza del territorio e contribuendo a rafforzare il valore della convivenza civile e il senso di comunità” hanno sottolineato il sindaco Gianni Fogliato e l’assessore Biagio Conterno, annunciando l’intenzione a procedere nel corso dell’anno a un nuovo concorso per l’assunzione di tre agenti.

E’ stato un anno di intensa attività, affrontata con il consueto impegno ma non senza difficoltà, a causa dell’organico ridotto. Esprimo un sincero ringraziamento al personale, alle forze di polizia presenti sul territorio per la collaborazione e ai volontari per il supporto” ha commentato il Comandante Mauro Taba prima di presentare i dati relativi all’attività portata avanti nel 2019 dal Comando braidese, composto da 20 operatori, di cui 8 agenti scelti, 1 agente, 3 assistenti, 3 impiegate amministrative e 3 addetti al controllo ambientale e ausiliari del traffico. Da segnalare come alla Centrale operativa di via Moffa di Lisio nel corso dello scorso anno siano state ricevute quasi 17mila telefonate, con 1889 interventi effettuati dalle pattuglie, tra cui 961 per viabilità, 277 per polizia giudiziaria, 93 per pubblica utilità, oltre che per soccorso alle persone, emergenze e problematiche relative agli animali.
                                                                                                                            
Attività di Polizia Giudiziaria
In crescita l’attività di Polizia giudiziaria, con 147 notizie di reato inviate all’Autorità Giudiziaria, di cui 71 per reati di cui si sono scoperti gli autori e un totale di 88 persone denunciate. Tra le azioni più eclatanti, due procedimenti penali in materia di maltrattamenti in famiglia legati al cosiddetto “Codice Rosso”, il disegno di legge recentemente approvato per la tutela delle vittime di violenza domestica e di genere; un arresto in flagranza di reato per rapina impropria in un centro commerciale; il deferimento in stato di libertà di 6 minori per fatti di bullismo accaduti nei pressi di istituti scolastici cittadini; le indagini per truffe assicurative on line con tre casi scoperti e l’individuazione dell’autore di due spaccate a negozi di telefonia in città.

Codice della Strada e infortunistica stradale
Gli incidenti stradali rilevati sono 210 (erano 162 nel 2018), di cui fortunatamente nessuno con esito mortale. Crescono, in merito, gli episodi legati alla guida in stato di ubriachezza e alterazione: cinque sinistri nel solo mese di dicembre causati da conducenti con tasso alcolico accertato superiore a 1,50 grammi per litro e, in un caso, da uso di cocaina. Varia la natura dei mezzi coinvolti, dalle autovetture (319), agli autocarri (31), a motocicli e ciclomotori (14), biciclette (12) e autobus (2), a cui si sommano 6 pedoni investiti. 66 le auto sequestrate senza assicurazione, 7 quelle sorprese a circolare nonostante già sottoposte a fermo, 10 le guide senza patente (di cui 8 amministrative e 2 penali, in quanto recidive). Ben 14 le persone fuggite a seguito di incidente stradale (di cui tre casi con feriti e omissione di soccorso), tutte individuate grazie alle indagini degli agenti in servizio. In diminuzione le sanzioni (15.978), con una netta prevalenza dei verbali relativi a infrazioni dinamiche (quasi 11 mila), legate ad esempio alla guida sotto effetto di sostanze alcoliche o senza patente, agli eccessi di velocità (228 gli automobilisti che hanno superato il limite di 40 o di oltre 60 km/h, con relativa sospensione patente), ma anche alla mancanza di copertura assicurativa e alle omesse revisioni (401), individuati anche grazie all’utilizzo del Targa System. In totale, sono oltre 18mila i punti patente decurtati a automobilisti poco prudenti e rispettosi del Codice della Strada.

Vigilanza ambientale ed edilizia
Proseguono, grazie anche alla collaborazione degli ausiliari per l’ambiente e il traffico, i controlli in materia di vigilanza ambientale, relativamente al corretto conferimento dei rifiuti e loro abbandono (in totale 237 violazioni accertate, anche grazie all’uso di fototrappole) e  ai comportamenti di degrado, condotta dei cani e deiezioni. Numerosi, inoltre, gli accertamenti effettuati nei cantieri per verificare il rispetto delle norme (500 ore dedicate, 14 abusi edilizi scoperti, 19 persone denunciate all’Autorità Giudiziaria) e quelli su commercio, mercato e pubblici esercizi (1200 ore dedicate).

Agenti di prossimità, scuole e attività educativa
Ogni giorno quattro operatori si dedicano ad attività di prossimità, per un totale – nel 2019 – di oltre 2mila controlli per nuove residenze o variazioni, 1740 notifiche di atti amministrativi e 612 di polizia giudiziaria. Prosegue il servizio di viabilità e sicurezza per le scuole, con 9 ore dedicate ogni giorno e 2000 alunni raggiunti, a cui si somma l’importanza attribuita alla formazione e all’educazione stradale, in cui gli agenti braidesi investono 100 di insegnamento ogni anno, rivolte alle scuole materne, elementari e medie. (em)              

Info: Città di Bra – Polizia Municipale
tel. 0172.413744 – poliziamunicipale@comune.bra.cn.it