IoAiutoBra 1 rid



Guglielmo Moffa di Lisio nasce a Bra nel 1791. Inizia a distinguersi in giovane età arrivando in pochi anni ai massimi livelli della gerarchia militare, acquisendo i gradi di ufficiale nell’esercito francese prima e in quello sabaudo poi. Partecipa attivamente ai primi moti risorgimentali del 1821 a fianco di Santorre di Santarosa. In particolare Moffa di Lisio intrattiene colloqui segreti con il Principe Carlo Alberto di Savoia nel tentativo di convincerlo a mettersi alla testa del moto insurrezionale. 

Moffa di Lisio e le truppe ribelli vengono sconfitti a Novara e per molti anni il patriota braidese deve scontare un lungo esilio a seguito della condanna comminatagli per alto tradimento. Viene eletto a far parte del Parlamento del Regno di Sardegna dal 1848. In parlamento Moffa di Lisio è rieletto nel collegio di Bra sino alla vigilia dell’unità d’Italia quando è costretto ad abbandonare la vita politica per questioni di salute. E’ stato Ministro nel Governo Casati nell’estate del 1848 nei giorni successivi alla sconfitta di Custoza e al momento dell’armistizio con l’Austria che concludeva la prima fase della Guerra d’Indipendenza. Guglielmo Moffa di Lisio morì a Bra nel 1877.