IoAiutoBra 1 rid



Giovanni Piumati nasce a Bra il 28 maggio 1850. Iscritto all’Accademia Albertina di Torino ottiene riconoscimenti come pittore paesaggista quale uno dei migliori allievi del Fontanesi, espressione pittorica che proprio con il maestro torinese aveva trovato in quegli anni uno dei periodi più significativi di espressività con una paesaggistica venata di intimismo romantico. Laureatosi in Lettere e in Legge, insegna “Letteratura italiana” a Colonia e all’Università di Bonn. La sua grande passione sono comunque gli studi leonardeschi che lo rendono famoso presso i più conosciuti studiosi di tutto il mondo. Il principe russo Teodoro Sabathnikoff gli concede l’ooportunità di trascrivere il codice “Sul volo degli uccelli”, al quale segue lo studio sul “Trattato di anatomia”. L’Accademia dei Lincei lo invita a trascrivere integralmente il monumentale “Codice Atlantico” della Biblioteca Ambrosiana che contiene una ricca raccolta di manoscritti e disegni leonardeschi redatti con la tipica scrittura da destra a sinistra secondo l’uso orientale.

Durante la vita ha modo di viaggiare in tutta Europa ed i suoi dipinti si trovano esposti nelle Sale del Museo di Palazzo Traversa a Bra, nelle collezioni dei Musei Civici di Torino e nella collezione della Cassa di Risparmio di Bra. Muore a Col San Giovanni, presso Viù, il 6 ottobre 1915. A Giovanni Piumati è dedicata anche la prima Scuola Media braidese e il suo busto è esposto nella Sala del Consiglio Comunale di Bra. Via Piumati ospita oggi una vasta area per insediamenti produttivi presso la quale trovano spazio alcuni dei principali operatori economici cittadini.