Le usanze di Roma antica, ricostruite con rigore storico e filologico, torneranno dunque a rivivere, come per magia, nelle Archeogiornate in programma tra settembre e ottobre nei quattro maggiori musei archeologici della provincia di Cuneo: il Museo civico archeologico e di scienze naturali Federico Eusebio di Alba, il Museo civico archeologico Palazzo Lucerna di Rorà di Bene Vagienna, il Museo civico archeologico e storico-artistico Palazzo Traversa di Bra e il Museo civico Giovan Battista Adriani di Cherasco. Organizzato nell’ambito del progetto di cooperazione tra i musei archeologici della provincia denominato Antiquitatis Itinera, che vede la fattiva collaborazione dei quattro Comuni ospitanti, della Provincia di Cuneo e della Soprintendenza ai Beni Archeologici del Piemonte, con il coordinamento dell’Associazione Turismo in Langa, l’evento intende valorizzare e far conoscere al pubblico il vasto patrimonio archeologico del Cuneese, di enorme importanza dal punto di vista documentario.
Fare la spesa al mercatum di un antico insediamento urbano, essere ricevuti come ospiti in un’antica domus, conoscere da vicino le monete e il commercio nell’antica Roma, scoprire i segreti della cosmesi e degli ornamenti utilizzati dalle donne romane: queste le opportunità che verranno offerte nel corso delle Archeogiornate, che trasformeranno le tradizionali visite guidate ai musei e ai siti archeologici in un’occasione per conoscere gli aspetti più insoliti della storia romana, tramite vari momenti di animazione che non mancheranno di coinvolgere attivamente tutti i visitatori presenti.
Altro punto di forza della manifestazione le varie occasioni di incontro che permetteranno di conoscere da vicino alcuni esperti della Soprintendenza archeologica, che si metteranno a disposizione del pubblico per spiegare, con un linguaggio chiaro ed accessibile a tutti, vicende, retroscena ed aspetti singolari della storia romana.
Archeogiornate è un evento a 360 gradi. I musei archeologici e le loro città ospitanti saranno infatti protagonisti di due diverse tipologie di iniziative, presentate in contemporanea: gli incontri divulgativi sui temi trattati, e le originali “visite narrate” che ricostruiranno situazioni ed ambienti tipici dell’antica Roma.
Domenica 26 settembre un mercato romano con tanto di mercanti e bancarelle prenderà posto nel cortile a terrazzi del museo archeologico di Bra. Situata nello stesso territorio comunale, a breve distanza dal centro cittadino, Pollenzo (Pollentia per i Romani) fu uno dei più importanti centri di commercio della regione, noto per la produzione dei vasi e della lana, e viene ricordato per l’impressionante battaglia che vide affrontarsi in campo aperto i Goti di Alarico e l’esercito romano guidato dal generale Stilicone. L’Archeogiornata di Bra si svolgerà in concomitanza con la manifestazione Da Cortile a Cortile, tradizionale kermesse che mescola spettacolo, folklore, gastronomia e cultura, in un tourbillon di eventi che avranno quale insostituibile cornice gli oltre cento cortili che caratterizzano il centro storico della città. Nella stessa giornata sarà inoltre possibile visitare il sito archeologico di Pollenzo, tramite pullman-navetta con partenza da Bra.