Notizie Home

Mario Collino, in arte “Prezzemolo”, è oramai divenuto uno dei personaggi più noti tra quanti operano nel cuneese per recuperare giochi ed esperienze dei tempi passati. E' per questo che a Bra, nell'ambito delle iniziative curate dal Laboratorio territoriale di educazione ambientale, è stato pensato un ciclo di incontri tra il fantasioso creatore di origami ed i bambini di alcune scuole materne ed elementari cittadine.

In pochi lo sapevano, ancor meno pensavano che si sarebbe potuto recuperare. Nel pieno di centro di Bra, in un edificio di via Monte di Pietà, un trave in legno molto particolare sosteneva il tetto di un'abitazione braidese. Si tratta del napoleonico “Albero della Libertà”, eretto in città negli anni della dominazione francese ed acquisito questa mattina, mercoledì 9 marzo 2005, dal Comune di Bra, dopo una vicenda del tutto particolare.

“Salciccia di Bra Igp” e il formaggio “Bra Dop”, da gustare con un suadente sottofondo jazz proposto da alcuni dei più noti musicisti italiani. E' quanto accadrà sabato 19 marzo ad Orvieto, nell'ambito dell'iniziativa “Città Slow dinner music”, la serie di appuntamenti che abbinano le sette note ad alcuni dei prodotti gastronomici più caratteristici della Penisola. La rassegna è curata dal movimento internazionale delle Città Slow in uno dei territori d'elezione della musica internazionale, palcoscenico ogni anno di “Umbria Jazz”.

Il commosso ricordo della figura di Nicola Calipari, l'agente del Sismi ucciso in Iraq durante la liberazione della giornalista Giuliana Sgrena, ha aperto i lavori del Consiglio comunale di Bra, che si è riunito ieri sera, 8 marzo 2005, al Centro polifunzionale “Arpino”. “La gioia per la liberazione di una giornalista, alla quale più volte si sono rivolte le nostre preghiere, è stata offuscata dalla morte di un uomo, un padre, un marito, che stava compiendo il proprio dovere” - ha detto il sindaco Camillo Scimone prima di osservare un minuto di raccoglimento.
Gli animi si sono distesi poi quando il primo cittadino ha fatto dono alle tre consigliere presenti in aula (Paola Bruno, Anna Messa e Bruna Sibille) di un mazzo di mimosa in occasione della festa delle donne, citando le parole del presidente Ciampi secondo il quale “sarebbe opportuno che nel nostro Paese ci fossero più donne in politica”.

Clima, interazioni con l'ambiente, protocollo di Kyoto ed il nostro vissuto quotidiano, scandito da abitudini e comportamenti che non sempre sono in linea con la necessità di preservare gli ambiti nei quali ci muoviamo. Questi i temi che saranno affrontati a Bra nella conferenza, dal titolo “Clima e comportamenti quotidiani. Dal clima globale a quello del Piemonte, come entrare nella filosofia di Kyoto”, che il climatologo Luca Mercalli (volto familiare al pubblico televisivo che segue la trasmissione di Rai Tre “Che tempo che fa”) ed il professor Maurizio Pallante terranno nella sala conferenze del Centro polifunzionale culturale “Giovanni Arpino”, in largo Resistenza, mercoledì 23 marzo 2005 alle ore 21.