Bra celebra il centenario della nascita di Chiara Lubich

Pubblicato il 30 gennaio 2020 • Commemorazioni Via Adolfo Sarti, 12042 Bra CN, Italia

Nel 2020 ricorre il centenario della nascita di Chiara Lubich, promotrice di dialogo tra religioni e culture, premio Unesco per l’educazione alla pace e premio Diritti Umani del Consiglio d’Europa, nonché cittadina onoraria di Bra (oltre che di Marene e Torino) dal 2002.

Per approfondirne il messaggio in ambito socio-politico, venerdì 7 febbraio 2020, alle ore 21 all’Auditorium CRB di via Sarti a Bra, è in programma il convegno dal titolo “La riscoperta della fraternità in politica”, occasione per riflettere su quello che è stato definito “il principio dimenticato” fra i tre che hanno aperto la modernità. Un valore, peraltro, che Bra dal 2015 ha inserito all’interno del proprio Statuto comunale, attraverso una proposta deliberata all’unanimità dal Consiglio comunale.

Interverrà il professor Antonio Maria Baggio, ordinario di filosofia politica all’Istituto Universitario Sophia di Loppiano, fondato dalla stessa Lubich.

L’incontro, ad ingresso libero, è organizzato dal Comune di Bra in collaborazione con la Pastorale 50, il Movimento dei Focolari, la Scuola di Pace “Toni Lucci” e il MPPU. Si tratta del primo di una serie di appuntamenti in calendario in città nei prossimi mesi nel segno del fil rouge “Celebrare per incontrare”, titolo scelto per il centenario della nascita della fondatrice dei Focolari, con numerosi eventi organizzati in tutto il mondo “non tanto per ricordarla con nostalgia – come dichiara il Comitato Chiara Lubich –, ma per incontrarla oggi: nelle migliaia di persone che si spendono per un mondo più unito e in pace, nei movimenti economici, politici e culturali nati dalla sua spiritualità, nelle centinaia di progetti sociali, ambientali e umanitari che contribuiscono a un mondo più fraterno e giusto”.