Coronavirus: il nuovo decreto della Presidenza dei Ministri

Pubblicato il 5 marzo 2020 • Emergenza

ll Comune di Bra continua a seguire con attenzione l'evolversi dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, in sinergia con gli enti e le istituzioni preposte e in un costante confronto che coinvolge Amministrazione, dirigenza e rappresentanze delle diverse realtà cittadine. E’ di ieri sera (4 marzo 2020) la firma di un nuovo decreto della Presidenza dei Ministri, contenente misure relative al contrasto e il contenimento sull'intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus.

Tra le varie prescrizioni contenute nel testo, anche la sospensione dal 5 al 15 marzo dei servizi educativi per l’infanzia e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master e università per anziani. Sono inoltre “sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportino affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro” fino al 3 aprile 2020.

Si invita la cittadinanza a prendere visione del decreto pubblicato su www.governo.it e sul portale del Comune di Bra www.comune.bra.cn.it, contenente tutte le misure di informazione e prevenzione, di contrasto e contenimento alla diffusione del virus Covid-19 individuate dal Governo.

In particolare, si ricordano le misure igienico-sanitarie indicate nell’allegato 1 del decreto, quale importante strumento di prevenzione:

a) lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

b) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

c) evitare abbracci e strette di mano;

d) mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;

e) igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);

f) evitare l'uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l'attività sportiva;

g) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

h) coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

i) non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

l) pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

m) usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.