Emergenza coronavirus - Aggiornamento contagi Bra 23.04.2021

Pubblicato il 23 aprile 2021 • Emergenza

Come indicato dalla mappa della Regione sull’andamento del contagio in Piemonte, aggiornata a giovedì 22 aprile, sono 144 i domiciliati a Bra attualmente positivi al coronavirus. Tra le fasce d’età maggiormente colpite, i 40enni (17,4%) e i 50enni (14,8%), con una incidenza del 33% per gli under 30 e del 23,4% per gli over 60. I braidesi ricoverati all’ospedale “Michele e Pietro Ferrero” sono 13, di cui 2 in terapia semi-intensiva (dato aggiornato al 20/04).

“Siamo sulla buona strada: i numeri continuano a scendere (una settimana i positivi fa erano 227), in una progressiva diminuzione che interessa tutti i maggiori centri della provincia. E’ importante ora non rovinare questo risultato, anche in vista della road map di aperture predisposta dal Governo, che ci fa guardare al futuro con maggiore ottimismo e sperare in un graduale, seppur lento, ritorno a una “quasi normalità” - commenta il sindaco Gianni Fogliato -. Si tratta di un risultato da mantenere e migliorare, tenendo presente che almeno per tutto il weekend saremo ancora in zona arancione e che anche un possibile rientro in zona gialla non equivarrebbe comunque a un ‘liberi tutti’, ma a un parziale allentamento delle misure da vivere con la consueta responsabilità e nel rispetto delle regole anti-contagio: mascherine, distanziamento e igiene. La salute è un bene comune supremo, che sta a ognuno di noi proteggere e tutelare, proseguendo convintamente sulla strada tracciata per uscire dalla pandemia.  

Intanto, prosegue il piano vaccinale territoriale: l’Asl Cn2 sta programmando ed eseguendo le vaccinazioni secondo le disponibilità delle dosi e delle forniture. La nostra Asl ha comunicato di aver vaccinato al 19 aprile circa il 24 % della popolazione vaccinabile con la prima dose e il 10 % già con la seconda dose. Dati, fanno notare dall’Asl Cn2, superiori alla media nazionale. Il Comune di Bra continua ad assicurare piena collaborazione per garantire il buon andamento della campagna a livello territoriale, dandosi anche disponibile, tramite i propri uffici, a supportare gli over 70 in difficoltà nell'effettuare la preadesione on-line al vaccino”.