Giovane denunciata per il furto di una bicicletta

Pubblicato il 3 settembre 2021 • Polizia municipale

Aveva stipulato l’assicurazione della propria Peugeot 307 tramite un fantomatico sito di assicurazione on line con un presunto broker e poi aveva iniziato ad utilizzare il veicolo fino all’altra mattina, quando è stato fermato da una pattuglia della Polizia Locale braidese impegnata in un controllo stradale in città con il targa system (apparecchio in grado di verificare in tempo reale la copertura assicurativa dei veicoli in circolazione, l’aver assolto l’obbligo della revisione periodica e l’eventuale provenienza furtiva degli stessi). Il conducente ha mostrato agli agenti la polizza assicurativa rilasciata dalla compagnia assicurativa, ma come emerso dalla verifica effettuata dall’apparecchiatura e dai successivi controlli svolti dalla centrale operativa del Comando, la polizza è risultata inesistente. Pertanto è scattato l’immediato sequestro del veicolo ed al conducente è stato contestata la violazione commessa.

Una minorenne già nota alle forze dell’ordine è stata denunciata dalla Polizia Locale di Bra per i reati di furto aggravato, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale. La giovane, a carico della quale era stata  emessa una nota di rintraccio dal Tribunale per i minorenni del Piemonte e per la quale erano in corso le ricerche sul territorio da parte della Compagnia Carabinieri di Bra e della Polizia Locale, veniva notata dalla pattuglia del nucleo motociclisti nei pressi dei giardini della stazione. Alla vista degli agenti la giovane si dava precipitosamente alla fuga a bordo di una bicicletta, ma dopo alcuni istanti gli agenti in moto la intercettavano nuovamente in zona Bescurone riuscendo poi a fermarla in piazza Giolitti. Qui la stessa si scagliava contro gli operatori di polizia riuscendo ad asportare la bodycam in dotazione ad uno dei due agenti, oltre ad oltraggiarli pesantemente. Dai controlli emergeva anche che la bicicletta sulla quale si stava spostando era stata sottratta pochi minuti prima ad una braidese in via San Rocco.

Condotta presso il Comando di via Moffa di Lisio e alla presenza dei genitori, la giovane è stata deferita in stato di libertà al Tribunale per i Minorenni del Piemonte. Dopo la redazione degli atti di rito la giovane veniva affidata alla madre come disposto dal Magistrato in attesa dell’individuazione di una struttura educativa ove associare la minore come disposto dal Tribunale. La bicicletta è stata immediatamente restituita alla legittima proprietaria, che ha espresso un sincero ringraziamento al personale della Polizia Locale e della Compagnia Carabinieri.