Il Consiglio approva due variazioni di bilancio

Pubblicato il 29 novembre 2019 • Comune

Il Consiglio comunale di Bra ha approvato, con il voto contrario della minoranza, due variazioni al bilancio previsionale. La prima prevede, tra le voci, contributi in entrata per oltre 51mila euro su diverse situazioni e circa 30mila euro per le politiche sociali territoriali, maggiori proventi dal servizio nido per 17mila euro e l’utile distribuito da STR per circa 15mila euro. In uscita, maggiori spese per 25mila euro per l’acquisto di derrate alimentari e per il servizio degli operatori mensa (14mila euro), nelle more delle procedure concorsuali per l’assunzione di due nuovi cuochi. Nella seconda variazione si evidenziano recupero di imposte di anni precedenti (soprattutto Imu e Tasi) per oltre 122mila euro, lo spostamento a fine anno scolastico dell’intervento di riqualificazione energetica della scuola elementare di Bandito per complessivi 325mila euro e contributi vari in entrata per circa 44mila euro; in uscita si segnalano rimborsi vari per 77mila euro, maggiori aggi per riscossioni tributi per circa 46mila euro, il contributo per il festival della Salsiccia e per eventi natalizi pari a 20mila euro e maggiori spese per illuminazione pubblica per 15.500 euro.

Approvate all’unanimità le modifiche al regolamento per la gestione del Centro di incontro comunale su impulso del Comitato direttivo della realtà di via Guala, relative prevalentemente all’apertura alla partecipazione di tutte le persone che rispondono al requisito di età, indipendentemente dalla residenza, e all’uniformazione della quota di adesione. Piena condivisione – visto anche il conseguente sviluppo di nuovi posti di lavoro – per l'ampliamento di un’attività produttiva a Pollenzo, con completamento delle opere di urbanizzazione primaria, tramite permesso di costruire convenzionato. La ditta interessata, la Società “Immobiliare Monchiero S.N.C. di Mauro Monchiero & C.” si è impegnata a realizzare il tratto di viabilità pubblica posto in fregio a via Crociera Burdina, i parcheggi pubblici, la fascia verde di mitigazione, oltre a tutte le infrastrutture sottosuolo necessarie per l’insediamento e per la prosecuzione nei lotti adiacenti.

Durante la seduta sono state discusse le interrogazioni presentate dai gruppi di minoranza, relative in particolare alla presenza di un’indagine ambientale circa la composizione del terreno del sito individuato dall’Amministrazione comunale per la realizzazione del nuovo polo scolastico in via Trento e Trieste e alla riorganizzazione delle aree mercatali in città (gruppo Coraggio si Cambia), ai contributi del Comune per la ristrutturazione degli alloggi AtC, alle nuove dotazioni di sacchetti per la raccolta rifiuti e alle distribuzioni sperimentali straordinarie in alcune frazioni e quartieri di Bra, al valore Imu e incasso annuo Imu dei terreni del sito ex scalo merci ferroviario, ai lavori di riqualificazione energetica scuola elementare Bandito, agli interventi in strada Crosassa e Cà del Bosco e al parcheggio in via Gabotto (gruppo Insieme per Panero), alle misure di contrasto agli ungulati sul territorio comunale e alle modifiche alla viabilità correlate con il cantiere all’incrocio tra via Vittorio Veneto via fratelli Carando (gruppo Lega), al parcheggio della stazione ferroviaria di Bandito, alle condizioni del sistema fognario in città, al progetto per l’interramento dei binari e la conseguente soppressione del passaggio a livello in piazza Roma e a valutazioni relative alla riqualificazione della scuola primaria di Bandito (gruppo Bra Domani).

L’intera seduta e l’articolata discussione relativa ai vari punti all’ordine del giorno è disponibile in video, sul canale You Tube del Comune di Bra (link diretto: https://youtu.be/a9-8kDKklGk).