Si è riunito il Consiglio comunale di Bra . Approvate due variazioni al bilancio di previsione

Pubblicato il 7 ottobre 2020 • Comune

Due variazioni al bilancio di previsione 2020/2022 sono state approvate ieri sera, 6 ottobre 2020, dal Consiglio comunale di Bra riunito nella sala “Achille Carando”.

La prima variazione ha introdotto nuove entrate da bandi per il finanziamento di opere pubbliche, tra cui il recupero della Chiesa della Madonnina di Pollenzo per 1milione di euro, in un progetto che coinvolgerà Comune, Diocesi Di Alba, Fondazione CRC e Università di Scienze Gastronomiche, il rifacimento del campo da calcio di Bandito (770 mila euro richiesti nell’ambito del bando Sport e Periferie), interventi per l’illuminazione pubblica e su aree giochi, oltre al rifacimento dell’ingresso di via Barbacana del Palazzo Municipale tramite il Bando Distruzione della Fondazione CRC. Tra le voci della variazione, anche l’adeguamento di locali scolastici per garantire la ripresa delle lezioni in sicurezza, vista l’emergenza da covid-19, per 130mila euro. I consiglieri hanno approvato la misura con 11 voti favorevoli, 1 contrario e 4 astensioni.

La seconda, resa necessaria dal recepimento di nuovi contributi esterni e da maggiori esigenze gestionali, registra tra le voci di variazione l’utilizzo di economie di spesa per l’erogazione di contributi a centri estivi e per la copertura delle maggiori spese della mensa e dei micronidi comunali dovute alle misure di sicurezza anti-covid, consentendo di mantenere il servizio senza variazioni di costo per la cittadinanza. Rientrano nella misura anche il contributo ministeriale oltre 10mila euro per acquisto di libri destinati alla biblioteca civica, il contributo regionale di 183mila euro quale Fondo per il sostegno alla locazione e il trasferimento, sempre dalla Regione Piemonte, di 40mila euro per l’abbattimento di barriere architettoniche. Con la variazione viene recepito anche il contributo statale di 120mila euro destinato alla progettazione di lavori di messa in sicurezza antisismica delle scuole “Mosca” e “Don Milani”. Si segnala inoltre, a sostegno delle attività produttive cittadine, l’incremento di 10mila euro per lo stanziamento del Fondo compensativo per le imprese e di 7mila euro per i fitti attivi. I consiglieri hanno approvato la delibera con 9 voti favorevoli e 6 astensioni.

Durante la seduta sono state discusse anche alcune interrogazioni presentate congiuntamente dai Gruppi Lega Nord Bra, Bra Domani e Insieme Per Panero. In particolare, sono state fornite risposte in merito ad attrezzature e strumenti per un percorso sportivo nel parco Azzurri d’Italia, alla situazione del manto stradale in via Principi di Piemonte, al parcheggio nel cortile di Palazzo Garrone, al Bando Sport e Periferie 2020, alla ripresa scolastica, alla manutenzione delle piste ciclabili e al presente e futuro della scuola media “Piumati”. Relativamente a questo argomento, l’assessore ai Lavori Pubblici Luciano Messa ha comunicato che, viste le esigenze dell’edilizia scolastica in città, si è valutata come prioritaria la costruzione di un nuovo plesso scolastico per il polo tecnico superiore “Guala” che ad oggi, per l’alto numero di iscritti, si trova dislocato in tre diverse strutture. “Sono stati avviati incontri con la Provincia, la Regione e gli enti superiori competenti per verificare la fattibilità tecnica e finanziaria del progetto, che troverebbe collocazione in piazza Arpino – ha spiegato Messa -. Se il progetto andasse a buon fine, la nuova media “Piumati” potrebbe spostarsi nell’attuale sede del “Guala” in piazza Roma, in una posizione baricentrica e funzionale come l’area dell’ex scalo merci, precedentemente individuata e in merito al quale è in corso un costante confronto con Ferrovie dello Stato”.

L’intera seduta del Consiglio comunale di Bra è visibile sul canale You Tube del Comune di Bra, collegandosi a questo link