Stazione rinnovata, più accessibile e interconnessa

Pubblicato il 26 gennaio 2018 • Mobilità

Tre nuovi ascensori di collegamento per la piena accessibilità, marciapiedi ati 55 centimetri – lo standard previsto a livello europeo per i servizi ferroviari metropolitani – per agevolare l’accesso ai treni, restyling del fabbricato sia della parte esterna sia dei locali interni, del sottopassaggio, di tutte le pensiline e dei servizi igienici. Un nuovo sistema di informazioni ai viaggiatori e l’innovativo servizio Wi-Fi Station.

Sono queste le novità presentate dal Direttore Territoriale Produzione Torino di Rete Ferroviaria Italiana, Paolo Grassi al Sindaco di Bra, Bruna Sibille. L’investimento complessivo di RFI è stato di 6,5 milioni di euro.

Gli ascensori, in linea con le specifiche tecniche previste per le persone a ridotta mobilità, collegano il sottopasso a tutti i marciapiedi. Importante restyling per i servizi igienici, riqualificati con nuovi arredi e rivestimenti e per il sottopassaggio che si presenta ora con nuovi rivestimenti, pavimentazione ed illuminazione. Installato un nuovo sistema di informazione ai viaggiatori di ultima generazione costituito da monitor sia ai binari sia negli spazi comuni di stazione e impianto audio.

Attivo da oggi anche il servizio Wi-Fi Station che permetterà a viaggiatori e cittadini di essere sempre connessi, con accesso anche a informazioni utili per il viaggio. E’ sufficiente inserire il proprio numero di telefono e il codice di conferma a quattro cifre ricevuto via SMS per entrare nel portale dedicato e collegarsi gratuitamente alla rete. Sempre attiva anche la possibilità di registrarsi tramite social login, collegandosi direttamente con i propri account Facebook, Twitter e LinkedIn.

La nuova modalità di accesso al portale rientra tra le azioni di Digital Transformation messe in campo da RFI per far diventare le stazioni luoghi da vivere, funzionali alle esigenze di una mobilità integrata e sostenibile, attraverso soluzioni innovative dedicate al viaggiatore, in linea con quanto previsto dal Piano industriale 2017-2026 del Gruppo FS Italiane.