In centro di Bra “si viaggia slow”

Pubblicato il 24 giugno 2021 • Viabilità

“Aumentare la sicurezza; informare, ricordare, sensibilizzare al rispetto delle regole di circolazione stradale; incentivare la mobilità sostenibile; rallentare il traffico veicolare a favore degli ‘utenti deboli’ della strada (pedoni, ciclisti, conduttori di monopattini elettrici)”: sono alcuni degli obiettivi della nuova “Zona30” della città di Bra. Proprio in questi giorni è in fase di realizzazione la segnaletica stradale (cartellonistica e orizzontale) che evidenzierà l’ingresso e le prescrizioni previste nella “zona a velocità limitata” presso i varchi di accesso al centro città (dove era già suggerito lo stesso limite). Obiettivo dell’intervento è di omogenizzare le velocità di tutti gli utenti della strada per aumentare la sicurezza delle persone, a fronte di tempi di percorrenza mediamente invariati. Ad accompagnare la nuova “Zona30”, in continuità con le iniziative di “Cambia marcia usa la testa”, sarà un’ampia campagna di comunicazione che, tramite manifesti, volantini, spot radio e approfondimenti tematici on line, intende richiamare tutti gli utenti della strada al rispetto del limite di velocità a 30 chilometri e all’osservanza delle norme comportamentali del codice della strada, nonché evidenziare buone pratiche e migliori stili di vita per “armonizzare” la circolazione, di veicoli e non, in centro città. Con un po’ di ironia, attraverso slogan e consigli in pillole, sarà evidenziato il limite di velocità e le principali regole o buone prassi di conduzione per spostarsi a piedi.

Il progetto prevede  la sperimentazione di una prima “strada urbana ciclabile”, via Umberto I, nella quale bici e monopattini elettrici potranno circolare beneficiando di una nuova posizione di privilegio sui veicoli a motore, pur non potendo beneficiare di una corsia dedicata e nel rispetto di tutte le norme previste per loro dal codice della strada. 

“E’ una piccola, grande rivoluzione ‘slow’ quella che la città si appresta a vivere cogliendo il significato concreto dei provvedimenti che riguardano la Zona30 – commentano il sindaco Gianni Fogliato e l’assessore Daniele Demaria, delegato alla Mobilità sostenibile – per l’attuazione di uno strumento che riteniamo fondamentale innanzitutto per potenziare la sicurezza di chi si muove in centro storico sia in auto, a piedi o su ‘due ruote’. Continuiamo a lavorare per promuovere la mobilità sostenibile e far crescere la sensibilità dei cittadini verso le differenti caratteristiche degli utenti della strada, con l’intento di incentivare, in generale, stili di vita più sani e piacevoli nel rispetto gli uni degli altri, per vivere la città ad un ‘ritmo slow’”. 

Sabato inaugura Bra eDays: anticipato l’intervento di Linda Maggiori - “Famiglie senz’auto”

Della nuova “Zona30” parleranno il sindaco e l’assessore Demaria in occasione dell’apertura della due giorni dedicata alla mobilità sostenibile “Bra e-Days” sabato 26 giugno alle 18 nel cortile di Palazzo Mathis (ingresso su prenotazione via mail a turismo@comune.bra.cn.it o 0172430185), insieme alla dottoressa Laura Marinaro, responsabile del dipartimento di promozione salute e coordinamento attività di prevenzione dell’AslCn2. Seguirà l’intervento di Linda Maggiori, blogger, giornalista e scrittrice impegnata della difesa dell'ambiente, referente nazionale di “Famiglie senz’auto”, alla presenza di alcuni cittadini che hanno fatto della bicicletta il loro principale mezzo di locomozione e della FIAB (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta).