Con la bella stagione sale anche il rischio di disagi, specie per i più anziani ed i soggetti deboli (bambini, donne in gravidanza, ecc...), legati all'insofferenza verso le alte temperature e, più in generale, verso il clima caldo-afoso da parte del corpo umano (sistema cardio-vascolare e sistema respiratorio). L'Arpa Piemonte ha realizzato al proposito un sistema di allerta che, attraverso rilevazioni quotidiane, prevede le ondate di calore e ne valuta gli effetti sulla salute. Ogni giorno l'Arpa dirama un bollettino con le previsioni meteorologiche ed il loro impatto sulla salute dei cittadini, mirato sulla città di Torino (ma estensibile con buona approssimazione anche per Bra) e sui capoluoghi provinciali, per le 72 ore successive. 

Il modello matematico predisposto permette di preannunciare, a seconda delle condizioni previste (temperatura, umidità, vento, livello di ozono, copertura nuvolosa e giorni consecutivi di caldo estremo), livelli di rischio di attenzione, allarme o d'emergenza, ovvero condizioni pericolose per gli anziani e per altre categorie di persone. Per affrontare le situazioni di "attenzione", "allarme" ed "emergenza" preannunciate dal Bollettino è opportuno seguire una serie di consigli.

Per ogni necessità ulteriore è possibile rivolgersi ai servizi sanitari ospedalieri, ambulatoriali o di base predisposti dall'Asl Cn2 o fare riferimento al numero di emergenza attivato dall'azienda sanitaria allo 0173.316945.