IoAiutoBra 1 rid

 

Giovanni Salvatore Arpino nasce a Pola il 27 gennaio 1927 da Tommaso (militare di carriera originario di Gaeta) e dalla braidese Maddalenza Berzia. A Bra viene battezzato e passa gran parte della sua giovinezza. Il suo primo romanzo, “Sei stato felice Giovanni”, esce nel 1952, anno prima di sposarsi con Caterina Brero con la quale avrà un unico figlio, Tommaso. Nel 1959 pubblica uno dei suoi romanzi più fortunati, “La suora giovane”, che vince il premio Borselli e viene tradotto in diverse lingue, dal quale viene tratto un film di Bruno Paolinelli interpretato da Laura Efrikian. Collabora con numerose testate giornalistiche (Il Mondo, Paese sera, Il Giorno) anche se la grande popolarità arriverà nel ’64 con l’uscita de “L’ombra delle colline”, vincitore del Premio Strega al quale Arpino venne presentato da Eugenio Montale. 

In precedenza erano usciti “Una nuvola d’ira” e “Randagio è l’eroe”. Collabora con “La Stampa” per la quale scrive indifferentemente sulle pagine culturali che sportive, per passare succesivamente a “Il Giornale” diretto da Indro Montanelli. Dal suo racconto “Il buio e il miele” sono tratti due film. Il primo, “Profumo di donna”, è interpretato da Vittorio Gassman e diretto da Dino Risi, il secondo “Scent of a woman” consente ad Al Pacino di candidarsi al Premio Oscar. Muore, dopo una lunga malattia, a Torino nel 1987.